Gli aspetti legali dell'e-commerce: la mia guida. Scaricala qui, è gratuita!

8. Se le cose vanno storte

Cosa fare quando il cliente non fa quanto previsto dal contratto, ad esempio se non ti paga nei termini previsti.

Indietro
Come reagire se le cose vanno storte, ossia se il cliente non fa quanto previsto dal contratto?
Purtroppo non esiste una soluzione. Nessuno ha la bacchetta magica da usare per mettere in riga il cliente inadempiente.

Posso darti però alcuni consigli:
Se il cliente fa ciò che doveva fare entro un certo termine, ad esempio non paga o non consegna i materiali, non tergiversare: scrivigli subito ricordandogli la scadenza.
È inutile aspettare magari qualche giorno o addirittura qualche settimana sperando che sia lui stesso a rimettersi in riga.

Se esiste un contratto, la tua serietà sta anche nel pretendere subito il rispetto di quel contratto.
Nello scrivere al cliente ricordagli sempre la clausola del contratto a cui fai riferimento (ad esempio quella sui tempi di consegna dei materiali) e ricordagli anche le conseguenze a cui può andare incontro (ad esempio il ritardo nella consegna del sito).

In caso di mancato pagamento nei termini concordati, puoi inviargli una prima mail di sollecito e ricorrere in un’ultima analisi ad una lettera di diffida scritta dal tuo avvocato.
Se il cliente non ti paga anche in seguito a questa diffida, allora due sono le possibilità: o raggiungi un accordo oppure vai davanti ad un giudice. Ed in particolare chiedi al giudice indicato come competente nel contratto di emettere un decreto ingiuntivo, ossia un provvedimento con il quale il giudice ingiunge al tuo cliente debitore il pagamento della somma che ti è dovuta.

A questo punto Il cliente potrà pagare oppure può opporsi a questo provvedimento del giudice, dando poi vita ad un vero e proprio processo.